Riferimenti normativi ed operativi per il trasporto su strada delle merci pericolose

Il trasporto di merci pericolose su strada è fondamentalmente regolamentato dall’ADR Accordo europeo per il trasporto internazionale delle merci pericolose su strada – European Agreement concerning the International Carriage of Dangerous goods by Road –

L’ADR è un accordo internazionale tra paesi dell’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) che contiene tutte le norme di sicurezza relative ai trasporti internazionali di merci su strada.
Dal 1 gennaio 2001 è stata introdotta un edizione ristrutturata dei primi allegati A e B con cui era nato l’ADR.

La nuova struttura è stata resa infatti conforme a tutti i Regolamenti delle altre modalità di trasporto, ovvero alle “Raccomandazioni ONU sul trasporto di merci pericolose” pubblicate dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU); al “Codice marittimo internazionale sulle merci pericolose” pubblicato dall’Organizzazione Internazionale Marittima (IMO), alle “Istruzioni tecniche per un trasporto delle merci pericolose via aerea” pubblicate dall’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile (ICAO) e le Norme riguardanti il “Trasporto internazionale delle merci pericolose per ferrovia” pubblicate dall’Organizzazione Intergovernativa per il Trasporto Internazionale per ferrovia (OTIF).

Esistono anche deroghe alle prescrizioni dell’ADR , che sono ammissibili esclusivamente in alcuni casi, e che sono regolamentate e definite Accordi Multilaterali.
In pratica, uno dei Paesi aderenti all’ADR (che viene definito Paese iniziatore) propone un Accordo Multilaterale agli altri paesi per l’eventuale sottoscrizione e con almeno il coinvolgimento di due Paesi, questo accordo può prendere valore.

Accordi Multilaterali ADR

Per quanto concerne i Paesi Europei, per uniformare le norme inerenti il trasporto di merci pericolose sul proprio territorio, l’Unione Europea ha emesso la direttiva 2008/68/CE, con la quale sono state armonizzate le disposizioni tecniche per il trasporto su strada, per ferrovia e per vie interne navigabili facendo diretto riferimento negli allegati ai corrispondenti Accordi Internazionali ADR, RID e ADN.

DIRETTIVA 2008/68/CE